domenica 17 febbraio 2013

LE REGOLE DEL GIOCO

Una delle più interessanti interviste che ho avuto modo di seguire ultimamente è quella di Irv Rothman. Per chi lo non lo conoscesse, Rothman è stato CEO di grossi gruppi presenti nei mercati mondiali da HP a COMPAQ a AT & T.

Secondo la sua visione di business per una azienda crescere fuori dai confini nazionali è una necessità a patto che abbia chiare le sue linee guida, che qui di seguito vengono sintetizzate:


1) SEGUIRE IL DENARO
L' azienda deve svilupparsi dove il mercato ha consumatori più ricchi nel lungo periodo, paesi dove la ricchezza sarà costante ed in crescita.
Qui va subito evidenziato un aspetto: " la vecchia europa " utilizzando un termine molto caro ultimamente ha fra i PIL più alti del mondo.
E' evidente pero' che vanno valutate le possibilità di crescita di lungo periodo e sopratutto la distribuzione della ricchezza.

2) VALUTARE IL SISTEMA PAESE E LA BUROCRAZIA
Valutare quanto un paese è " business friendly " da un punto di vista governativo, legislativo, e finanziario.
Presenza di agevolazioni che permettono l' attrazione di investimenti.

3) VALUTARE IL SISTEMA EDUCATIVO ED UNA FORZA LAVORO QUALIFICATA.
Viene valutata anche la competenza linguistica necessaria per interagire con i mercati globali

4) VALUTARE IL GIUSTO RAPPORTO RISCHIO / RENDIMENTO
In quanto tempo viene remunerato il capitale investito? Che orizzonte temporale ci si pone?

Evidentemente l' investimento nel turismo alberghiero segue dinamiche collaterali perchè si parla di attrattiva in funzione dei bacini di provenienza, ma è ovvio che l' attrattiva di un paese ed il suo sistema burocratico amministrativo possono condizionare le scelte imprenditoriali.


Nessun commento:

Posta un commento