giovedì 14 febbraio 2013

Keynes - Quando la storia non insegna nulla

Questo post vuole rendere omaggio ad un economista le cui tesi dovrebbero oggi essere ascoltate per uscire dalla crisi mondiale.
E' anche un omaggio ad uno studioso della nostra epoca che si batte con tutte le sue forze per proporre la soluzione per la risoluzione della crisi. L'economista e' John Mainar Keynes che studiando attentamente la Grande Depressione degli anni 30 concluse che " L'austerita' va praticata nei periodi di espansione non in quelli di crisi, in questi momenti il governo (lo stato) dovrebbe spendere di più fino a quando il settore economico privato non sia di nuovo in grado di rilanciare l'economia ".
I critici di questa teoria , i fautori dell'austerity, potrebbero affermare che le idee Keynesiane appartengono ad un'altra era. Sbaglierebbero, perche' le stesse vengono ancora oggi diffuse dal Prof. Paul Krugman , premio Nobel per l'economia nel 2009, docente al MIT di Boston ed all'universita' di Princeton.
Lo stesso professore che in uno dei suoi ultimi libri " Fuori dalla crisi, adesso" afferma che applicare alle economie moderne le teorie Keynesiane e' l'antidoto alla crisi.
Che cosa stiamo aspettando?

Nessun commento:

Posta un commento