lunedì 10 dicembre 2012

Hotel & Spread

Il titolo di questo post sembra coniato da una agenzia di pubblicità; se ci pensate bene del resto " Hotel & Spread " sembra anche il nome di un prodotto accattivante. Magari di una bevanda, da consumare sulle spiagge assolate, " un hotel & spread per cortesia ".
Se mai qualcuno avesse intenzione di utilizzarlo sappia che ne rivendicherò la paternità.
E' bene iniziare l' articolo con qualcosa di leggero, vista la bufera che come era prevedibile, i mercati finanziari stanno di nuovo scatenando sul nostro paese.
E' evidente che l' aumento dello spread , ove persistesse come dinamica, annullerebbe mesi di sacrifici fatti per il riallineamento delle nostre finanze.
Questo blog tendenzialmente parla di turismo , e di alberghi molto spesso, quello che enunceremo è come un aumento del differenziale di rendimento possa influenzare la valutazione delle nostre aziende alberghiere e più in generale penalizzare l' economia reale a favore della speculazione finanziaria.

Come più volte illustrato in questo blog, come pure nei miei corsi di management gli alberghi oggi si valutano in funzione dell' EBITDA, e le transazioni vengono fatte con il cosiddetto metodo dei " Multipli " , ovvero un valore N al quale moltiplicare l' EBITDA per sviscerare l' effettivo valore dell'azienda alberghiera.

Cosa è l' EBITDA, ( Earnings before Interests, taxes, depreciation, Ammortization ) ? Al di là del tecnicismo più volte illustrato, esso rappresenta di fatto la remunerazione annua di un ipotetico capitale investito.

Mi spiego meglio, se una azienda alberghiera produce un EBITDA di 5.000.000 di Euro, questo valore rappresenta oltre che la capacità dell' azienda di generare reddito dalla gestione tipica ( con esclusione quindi di Interesssi, Tasse, Deprezzamenti ed Ammortamenti ), comunemente volgarizzato con il termine MOL Margine Operativo Lordo nella lingua italiana,  anche la remunerazione annua di un capitale che si investe sull' azienda.

Da qui è evidente che risulta necessario , prendendo come base il valore EBITDA indicato, predisporre una serie di proporzioni:

VALORE RICHIESTO DELL' AZIENDA : 100 = EBITDA ( 5 Mln ) : X

Cosa rappresenta questa proporzione ? Quanto effettivamente renderebbe il capitale investito in relazione al
EBITDA .

Bene , chiarita questa semplice proporzione, verrebbe da chiedere, cosa c' entra tutto ciò con lo spread.

E' semplicissimo: ogni investitore piazza la sua liquidità dove rende di piu' , e un titolo di stato, esempio il BTP italiano con spread alle stelle ( come è avvenuto l' estate scorsa ), è una valida alternativa all' investimento nell' economia reale, visto che se abbiamo un BTP che rende il 6 % annuo, difficilmente un investitore qualificato accetterebbe di investire in aziende ( capitale di rischio ) con rendimenti analoghi.

Pertanto un aumento dello spread fa diminuire il valore dell' azienda che per essere offerta sul mercato deve necessariamente offrire rendimenti più alti di quelli dei titoli di stato , con conseguente crollo dei valori .

Simuliamo un caso concreto , con valori frutto di fantasia:


BTP al 3 % -

1000 VALORE RICHIESTO DALL' AZIENDA
  500 EBITDA

Avremo cosi questa proporzione

10000 : 100 = 500 : X
X= 5 %

In questo caso l' azienda che richiede per essere acquistata 10000, in presenza di un EBITDA di 500 remunererebbe il capitale investito al 5 % annualmente.
In presenza di un BTP al 3 % l' investitore può valutare in funzione di un + 2 % di rendimento sul BTP

Ma se improvvisamente il rendimento del BTP aumentasse a 6 % agli stessi valori il rendimento dell' azienda sarebbe inferiore all' investimento in titoli di stato

RENDIMENTO ANNUO AZIENDA 5 %
BTP 6 %

Quindi per rendere appetibile l' azienda vi è necessità di fare in modo che il rendimento sia adeguato al rischio procedendo ad un abbassamento del valore funzionale ad una maggiore remunerazione del capitale investito, avremo cosi

6000 : 100 = 500 : x
X= 8 %

In questo caso l' azienda ha adeguato il suo valore di vendita da 10.000 a 6000 perchè con un innalzamento del valore del BTP vi è necessità di fare adeguare l' investimento .

Con questo semplice esempio si è chiarito, da un punto di vista alberghiero, quanto la speculazione finanziaria che è alla base degli andamentali dello spread che non tengono conto dell' economia reale quanto piuttosto " degli umori " , influenza le nostre vite.




Nessun commento:

Posta un commento