giovedì 1 novembre 2012

La rottamazione degli alberghi e la proposta ASTOI

Oggi leggo sulla stampa del settore che Nardo Filippetti presidente ASTOI associazione tour operator italiani, approva con motivazioni a dir poco risibili la rottamazione degli alberghi italiani, da lui definiti, piccoli, inadeguati, con scarsa qualità.
Il problema è molto piu' ampio di quello che il Sig. Filippetti analizza, mi preme precisare che si dovrebbero invece creare le condizioni sociali ed infrastrutturali affinchè gli alberghi adeguino i loro standard e siano fautori di sviluppo economico e sociale, specialmente in un paese dove la disoccupazione giovanile sfiora il 30 per cento.
E' evidente che " ognuno tira l' acqua al suo mulino " ma francamente mi preoccuperei, e non poco, del proseguio dell' attività di aziende com i Tour Operator che il sig. Filippetti rappresenta che operano in un unico mercato ( italiano ) , scarsa distribuzione all' estero , ancorati a metodologia di vendita preistoriche.
Sulla base di questo modello distributivo casomai non vedo futuro.

2 commenti: