mercoledì 24 ottobre 2012

A proposito di Tour Operator e Agenzie di viaggio

Nel 2008 la quota di mercato prodotta dai primi 14 Tour Operator italiani ( Alpitour, Costa Crociere, I Viaggi del Ventaglio, Teorema Tour ed altri ) era pari al 65 %.

Nel 2011 di questi operatori ne sono rimasti solo 7 ed il loro market share è sceso al 28 % e non si contano i tour operator piccoli o grandi che non esistono piu'.

Nel 2012 questa diminuzione è destinata ad aumentare ed il numero degli operatori a diminuire, Alpitour che ha chiuso le divisioni Welltour, Jeans ne è una palese dimostrazione.

Nel contempo la quota " di viaggiatori " è comunque aumentata.

Che significa tutto ciò ? che il cliente ha modificato le sue modalità di acquisto del prodotto turistico che non avviene più attraverso la " filiera tradizionale " ma attraverso i nuovi canali.

Ai miei corsi di management alberghiero, che analizzano anche questo aspetto tipicamente agenziale, l' argomento viene trattato in maniera completa, poichè è interesse dell' intera filiera del turismo ( agenzie di viaggi, tour operator, agenzie on line ) capire le dinamiche evolutive dei vari attori per proporsi con sempre nuove modalità di collaborazione.

L' agenzia di viaggi , anello debole della filiera, è destinata a sparire?
Due risposte:  Si, se non si rende conto del cambiamento e non ripensa il suo modello di business, No se utilizza la tecnologia a suo vantaggio e comprende che oggi i clienti non vanno solo incontrati di persona, tutt' altro, vanno piuttosto sollecitati, stimolati andandoli ad " acciuffare " attraverso gli strumenti a loro piu' consueti.

Ed oggi la tecnologia non è un nemico, anzi è un alleato, sotto una molteplicità di aspetti: riduzione degli spazi di vendita , a favore di uffici multimediali e tecnologici, possibilità di creare campagne promozionali " a buon mercato " ma con unica condizione di un prodotto valido.

Quindi la dimestichezza dell' uso di Facebook in maniera professionale, Instagram, Pinterest, Twitter, e perchè no Linkedin per alcuni segmenti di mercato è uno degli elementi fondamentali sui cui gira il lavoro dell' agente del futuro.

La strategia SO  LO MO Social Locale Mobile, ampliamente trattata in questo blog oltre che le dinamiche Blu Ocean Strategy sono gli aspetti fondamenti dell' agente di viaggi del prossimo futuro.

Agente di viaggi che dovrà comunque ripensare il suo prodotto , non potrà più essere creato da altri e semplicemente intermediato dovrà essere " cucito su misura per il suo mercato " che dovrà trovare nell' agente un punto di riferimento costante in grado di offrire il giusto mix di tecnologia e contatto umano.

Nei miei corsi di management si parla dei Channel Manager alberghieri, piattaforme con le quali si offrono al mercato le tariffe, capire il funzionamento di tali dispositivi fa stringere partnership all' agente di viaggio anche di piccole dimensioni attraverso le quali si è in grado di competere a livello tariffario con i colossi del mercato.

Le opportunità ci sono, vanno studiate, plasmate per la nostra realtà e possibilmente colte.

Nessun commento:

Posta un commento